sabato 9 luglio 2011

Consigli non richiesti: Slaine.(comics)







Come? Non avete mai sentito parlare di Slaine Mc'Roth? Ahrgggg!!!!!
Pentitevi fumettarti! Pentitevi dei vostri peccati e in ginocchio con il capo cosparso di cenere compite un pellegrinaggio alla fumetteria più vicina, prima che gli dei del fumetto vi inceneriscano.

A parte gli scherzi, a chi di voi non conoscesse questo fumetto, partorito dalla genialissima (si lo so, non si dice genialissima, ma l'aggettivo geniale in questo caso sarebbe riduttivo) mente di Pat Mills, consiglio vivamente di fare ammenda e di fiondarsi in fummetteria e comprarlo, credetemi, mi ringrazierete.
Nato nell'ormai lontano 1983, edito dalla casa editrice Inglese 2000 Ad, ideato dal grandissimo Pat Mills, Slaine è un fumetto di stampo fantasy/mitologico che narra le vicende dell'eroe irlandese Slaine Mc'Roth, personaggio delle leggende celtico irlandesi, che si dice fu il primo re d'Irlanda.
Mills ha ripreso questo personaggio dalle saghe irlandesi per farci dono di uno dei personaggi dei fumetti meglio caratterizzati di tutta la storia dei comics.

Le prime vicende della lunga saga epic/fantasy di Slaine si svolgono inizialmente nel perduto regno di Tir-nan-og mitica terra da cui, sempre secondo le leggende celtiche, provengono i primi abitanti dell'Irlanda. Qui, Slaine è un vagabondo scacciato dal suo clan che percorre le strade dell'avventura, in mano la sua fida ascia chiamata Mordicervello, al suo fianco il (poco) fidato nano Ukko, nel cuore la voglia di avventure e di attaccare briga che contraddistingue ogni guerriero celtico che si rispetti, e sulla lingua quella frase geniale che ilnostro eroe ripete sempre prima di cominciare a spaittellare crani a colpi d'ascia frase che è tutto un programma: Baciami L'ascia!!!!!
Nel volgere della saga, Slaine diventerà poi il grande re dei celti per guidare il suo popolo contro i feroci Fomori capeggiati dal terribile Balor dall'occhio malvagio, e successivamente..... ma è meglio che mi fermi qui, a voi il piacere di scoprire dove il destino e gli dei celtici porteranno il nostro eroe.
Ora dovrei fare il mio dovere di recensore e spiegare a grandi linee gli elementi salienti di questo fumetto, ma credetemi quando vi dico che per spiegare bene tutti gli elementi messi nel calderone da Mills ci vorrebbe lo spazio di un'enciclopedia Treccani e non il ristretto spazio di una recensione da blog.
Fantasy, di quello con la F maiuscola, storia mitologica irlandese, epica fantasy mischiate sapientemente con elementi storici reali da Mills, ironia di qualità, che nelle storie di questo autore non manca mai, drammaticità ben espressa e mai pesante, poetica irlandese contestualizzata per essere godibile da un pubblico contemporaneo, sceneggiature perfette e dialoghi fantastici, questi gli elementi salienti che mi vengono in mente di primo acchito, anche se leggendo questo fumetto sono convinto che voi saprete trovarci anche altre cose, Slaine è un fumetto talmente complesso che ad ogni lettura ci si trovano nuove chiavi narrative.
Non posso terminare questa recensione senza fare menzione degli autori grafici che hanno contribuito alla grandissima nel fare di questo fumetto un qualcosa di irrinunciabile per ogni fumettaro che si rispetti.



Inizialmente disegnato dalla moglie di Pat mills Angela Kincaid, Slaine passa di mano rispettivamente a Mike McMahon e Massimo Belardinelli per poi giungere ai sapienti pennelli del grande Simon Bisley e dopo un'ulteriore passaggio all'altrettanto grande Glenn Fabry, chi mastica di fumetti a questo punto avrà ben compreso la grandezza di questo “parco” disegnatori/illustratori, da far tremare i polsi, attualmente Slaine è illustrato dall'ottimo Clint Langley.

Sogetto e sceneggiatura: Patt Mills.
Disegni/illutrazioni: Angela Kincaid, Mike McMahon, Massimo Belardinelli, Simon Bilsley, Glenn Fabry, Clint Langley.
Casa editrice: 2000 AD.




Nessun commento:

Posta un commento